11 marzo 2010

il momento di una rivoluzione giovane


di Giampaolo Rossi
Chissà se il Presidente del Consiglio i consigli li ascolta. Chissà se è disposto ad ascoltarli fuori dalla cerchia dei consiglieri di professione di cui è circondato. Ma lo stato comatoso in cui versa il Pdl oggi, di cui la “Caporetto” delle liste regionali a Roma è solo l’ultimo episodio, impone un intervento drastico di indirizzo, prima che sia troppo tardi. In gioco c’è molto più di una tornata elettorale. C’è quel progetto metapolitico che dovrebbe consentire di attraversare la morte delle culture del ‘900 dando corpo ad un nuovo e moderno soggetto capace di modernizzare il Paese, cominciando dalla sua classe dirigente.
Allora, partiamo da un dato che sembra ormai assodato: il Pdl non esiste. O meglio esiste qualcosa che è un po’ più di un cartello elettorale e molto meno di un partito. E il Pdl non esiste non perché sia già morto, ma perché nessuno ha pensato di farlo nascere. E’ come un’eterna gravidanza con le sue nausee, i dolori, le speranze, il nome già scelto, gli abitini confezionati e l’attesa infinita di un tempo a venire in cui tutti si dimenticano che ogni nascita è uno strappo e una rinuncia a qualcosa di sé.
Il Pdl non è mai nato, perché chi doveva non ha saputo costruirgli un’identità politica e culturale. Le responsabilità del Premier, in tutto questo, ci sono indubbiamente se non altro perché il Pdl nasce dalla sua strenua volontà; ma alle sue responsabilità vanno aggiunta quelle di una classe dirigente stanca, incapace di visioni strategiche, spesso solo concentrata a crearsi aree di potere funzionali ad un dopo-Berlusconi ancora di là da venire. Il problema è che, in questi quindici anni, la classe dirigente di centrodestra, tranne rare eccezioni, ha vissuto di rendita lasciando sulle sole spalle del Premier tutto il peso di una scommessa che doveva rappresentare la nascita di una nuova Italia. E il paradosso è che sono proprio quegli ambienti maggiormente allergici alla “plastica” del ’94 e che hanno spesso guardato con sufficienza l’esperimento politico berlusconiano, ad avere le maggiori colpe; spettava alla destra post-missina, alle componenti cattolico-liberali e a quelle riformiste il compito di dare forma culturale e unitaria al fenomeno dirompente del berlusconismo prima e al Pdl poi. Così non è stato. I leader di queste zone grigie si sono limitati a costituirsi giardini murati, proto-correnti sotto forma di Fondazioni, consumandosi in una guerra di posizione e di attesa senza quasi mai una spinta che andasse verso la creazione di nuove sintesi oltre le proprie provenienze. E oggi il Pdl altro non è che la somma aritmetica delle vecchie rivalità interne a Forza Italia più le vecchie correnti di An in perenne guerra tra loro.
Ma il Pdl non è stato frutto di un elaborato teorema politico-culturale, partorito nei convegni dei soliti maniscalchi delle idee e scriba da new media; né, come il Pd di Veltroni, è nato all’incrocio dei grandi interessi del potere economico e finanziario che da vent’anni cercano una politica debole che garantisca la loro forza. Il Pdl è stata un’intuizione politica, sceneggiata in una fredda piazza milanese nel novembre del 2007, come tentativo geniale ed estremo di Berlusconi di scardinare l’immobilismo di un sistema che aveva esaurito la spinta propulsiva del decennio precedente. Questa è stata la sua forza ma anche la sua evidente debolezza. Da quella intuizione il Pdl non si è mosso, nonostante gli Statuti, i congressi e i tesseramenti online.
In questi ultimi mesi i danni generati dall’assenza di un partito e dalla mancanza di selezione della classe dirigente, sono ricaduti pesantemente anche sull’operato del Governo, segno questo che la “politica del fare” ha bisogno di appoggiarsi alla “politica dell’essere” qualcosa. Il modo in cui localmente il Pdl si è mosso attorno alla questione delle prossime regionali, dimostra che molto c’è da fare per renderlo adeguato alle sfide in atto: non solo il caso delle liste a Roma e a Milano; dalla scarsa lucidità strategica nella definizione di accordi locali, come ad esempio in Puglia, alla inconcepibile composizione delle liste in Toscana, dove il meglio della classe dirigente regionale è stata epurata, a vantaggio di logiche clientelari e di potere che farebbero rabbrividire un Politburo.
Quindi, se il Presidente del Consiglio i consigli li accetta, provo a dargliene uno. Dopo le elezioni metta mano subito al Pdl e lo trasformi da riserva di caccia di vecchie nomenclature, a spazio per una nuova classe politica (e non solo politica). Lo faccia con lo stesso coraggio avuto in altre occasioni, come quando ha formato il più giovane governo della storia repubblicana, affidando ministeri e ruoli importanti a quella generazione di trenta-quarantenni che rappresentano la dimensione giovane e vitale della politica. Rinnovi il partito e con esso rinnovi il paese. Lo faccia nelle aziende pubbliche, nell’amministrazione, nei luoghi di elaborazione culturale e di produzione dell’immaginario simbolico. Sarà questa nuova classe dirigente che saprà dare forma alla sua straordinaria intuizione. A pensarci bene, lo stesso coraggio non basterà. Ne servirà di più.
© Il Tempo, 11 Marzo 2010
Immagine: Albert Anker, Due bambini con la lavagna, 1882

8 Comments:

Blogger ugofc81 said...

Mi sei mancato. Bentornato.

marzo 12, 2010  
Blogger a man said...

Applausi a scena aperta.

a.man.

marzo 12, 2010  
Anonymous KrilliX said...

Amen!

marzo 16, 2010  
Anonymous Anonimo said...

Bentornato Anarca e grazie del coraggio.
Acuta osservazione : berlusconi ha avuto una grande intuizione ma la colpa del impantanamento i cui si trova il PDL nella mia modesta opinione è dovuto proprio alla Destra, se ci pensi bene le propose concrete e del fare vengono dalla parte ex socialista e cattolica del PDL , noi siamo spariti o sembriamo degli alieni. Mi fa innorridire quello che sta facendo Fini che è rinchiuso nella sua torre d'avorio consigliato da intellettuali che pare vengano da un altro mondo . Mi sta anche bene parlare del superamento dei vecchi concetti destra sinista : ma quali sono i valori della ex destra in cosa crediamo ? cosa vogliamo fare ? A me pare che nulla di fattivo di proposte politiche sia stato fatto . A Fini evidentemente il potere sta bene cosi è e e si sta preparando a condividerlo con altri zombi come lui , ,ma gli altri ? Alemanno a roma per dirtene un altro ? e gli altri? Ci sarebbe una grande opportunità di riempire la ns vita di nuovi valori ideali e sorprattutto di cose da fare che ridarebbe fiducia alla gente alla sua voglia di cambiare di fare e di credere ancora , ma dove siamo? che stiamo dicendo ? poissibile che come sempre per risolvere i problemi dobbiamo far scendere in campo berlusconi . Roma docet è inutile che ci nascondiamo dietro u dito la cazzata a roma l'abbiamo fatta noi: e credo che ne pagheremo amaramente le conseguenze se non sapremo essere propositivi caapire la gente fare bene le cose crearci davvero una classe dirigente seria e non sperare come sempre che Berlusconi ci salvi .
Ci ha sgoganato ma forse non ce lo siamo meritati .
La lega ha saputo farlo nel suo territorio e noi che stiamo facendo ? Scusa lo sfogo .

marzo 22, 2010  
Blogger ninest123 said...

ninest123 16.02
oakley sunglasses, polo ralph lauren outlet, prada handbags, oakley sunglasses, louboutin, michael kors outlet, tiffany jewelry, ray ban sunglasses, ugg boots, ugg boots, louis vuitton, ugg boots, ray ban sunglasses, louis vuitton outlet, louis vuitton, burberry outlet online, replica watches, replica watches, louis vuitton outlet, prada outlet, michael kors outlet, longchamp outlet, burberry, michael kors outlet, louboutin outlet, ray ban sunglasses, nike outlet, cheap oakley sunglasses, ugg boots, gucci outlet, tory burch outlet, chanel handbags, uggs on sale, polo ralph lauren outlet, michael kors outlet, nike air max, michael kors, nike air max, louboutin shoes, louis vuitton, christian louboutin outlet, oakley sunglasses, michael kors outlet, tiffany and co, nike free, jordan shoes, longchamp, longchamp outlet, oakley sunglasses

febbraio 22, 2016  
Blogger ninest123 said...

louboutin pas cher, converse pas cher, true religion jeans, nike free, longchamp, true religion outlet, coach purses, nike trainers, burberry, coach outlet, air max, new balance pas cher, replica handbags, true religion jeans, nike roshe run, nike roshe, north face, ralph lauren pas cher, sac guess, mulberry, true religion jeans, timberland, michael kors, tn pas cher, longchamp pas cher, ray ban pas cher, nike huarache, nike air max, north face, hermes, oakley pas cher, vans pas cher, hollister, ray ban uk, hollister pas cher, abercrombie and fitch, ralph lauren uk, nike blazer, michael kors, sac longchamp, nike free run uk, air force, lululemon, michael kors, air jordan pas cher, nike air max, lacoste pas cher, hogan, nike air max, michael kors, vanessa bruno

febbraio 22, 2016  
Blogger ninest123 said...

iphone cases, vans, insanity workout, herve leger, ghd, nike air max, iphone 6 cases, giuseppe zanotti, asics running shoes, gucci, bottega veneta, ipad cases, lululemon, s5 cases, oakley, ralph lauren, reebok shoes, iphone 5s cases, nike roshe, timberland boots, converse, north face outlet, p90x workout, jimmy choo shoes, mcm handbags, north face outlet, mac cosmetics, ferragamo shoes, soccer jerseys, valentino shoes, hollister, louboutin, iphone 6 plus cases, beats by dre, iphone 6s plus cases, chi flat iron, abercrombie and fitch, instyler, wedding dresses, celine handbags, mont blanc, iphone 6s cases, babyliss, baseball bats, nfl jerseys, new balance, hollister, vans shoes, ray ban, soccer shoes, birkin bag, nike air max

febbraio 22, 2016  
Blogger ninest123 said...

toms shoes, canada goose uk, sac louis vuitton pas cher, canada goose, hollister, barbour jackets, converse outlet, barbour, louis vuitton, bottes ugg, moncler, marc jacobs, louis vuitton, supra shoes, juicy couture outlet, moncler, moncler, montre pas cher, moncler, doke gabbana outlet, replica watches, ugg pas cher, louis vuitton, canada goose, karen millen, pandora jewelry, moncler, ugg,ugg australia,ugg italia, doudoune canada goose, coach outlet, pandora charms, swarovski crystal, links of london, pandora jewelry, canada goose, lancel, louis vuitton, wedding dresses, moncler, pandora charms, canada goose outlet, moncler, ugg boots uk, thomas sabo, canada goose outlet, juicy couture outlet, ugg,uggs,uggs canada, canada goose, swarovski, moncler outlet
ninest123 16.02

febbraio 22, 2016  

Posta un commento

<< Home